biografia

Fulvio D’Agostino suona la chitarra elettrica e classica sin da quando aveva 12 anni. Riceve i primi insegnamenti da suo padre per un anno per poi prendere lezioni alla scuola di musica a Kreuzlingen da Ralf Becker. Questa fu un’ottima preparazione per i seguenti studi alla Zürcher Hochschule der Künste. Qui finì in buone mani come sedicenne da Prof. Jury Clormann (allievo di Karl Scheit) e da Prof. Anders Miolin, che ha studiato dall’allievo di Segovia Oscar Ghiglia, per la specializzazione concertistica. D’Agostino frequentò masterclass da Alvaro Pierri, Carlo Domeniconi, Hubert Käppel, Oscar Ghiglia e tanti altri. Inoltre approfondisce le sue capacità sullo strumento e nella pedagogia da Jürg Moser a Brugg.

I chitarristi e musicisti più importanti e influenti per D’Agostino sono Mark Knopfler, Andrés Segovia quanto Eddie Van Halen e il gruppo Bon Jovi.

Con il suo duetto Mickey’s Fool ha lanciato un disco con tredici canzoni proprie e anche un album con chitarra classica sola con la sua musica. Inoltre incise un CD con il suo duo Mi Cantino (violino e chitarra) con musica italiana di tutte le epoche.

Ora lui insegna chitarra alla Musikschule Weinland Nord nel cantone Zurigo, alla Musikschule Romanshorn nel Turgovia e da concerti in diverse formazioni come ad esempio con il duo Mi Cantino con la sua compagna di vita, la violinista Polina Nikiforova.

Fulvio D’Agostino inoltre è attivo come pittore. Cominciò ad imparare da giovane il mestiere artistico con suo padre. Per lui il lavoro nello studio era simile ad una bottega d’arte in cui veniva insegnato tutto dal saper tendere una tela fino al disegno, teoria di colore e composizione. Con questa base cominciò a sviluppare il suo stile un poco post-impressionistico. Lui fu molto influenzato da Vincent van Gogh. Come artista fa ordinazioni in privato ed espone anche in gallerie.